Web

Google Ads per Business Locali

Quando si ha una piccola attività con una sede fisica, soprattutto se si è ai primi passi, è fondamentale cercare di attirare più clienti possibile, che si trovano più o meno vicino al negozio.
Questo è vero per ogni attività, sia che si tratti della pizzeria sotto casa, sia che si tratti di attività ben più strutturate ed organizzate come banche, studi medici o altre attività più delicate.
L’innovazione elettronica va a braccetto con questa necessità. Da un lato, è sempre più facile comunicare con il proprio target di riferimento grazie ai mezzi messi a disposizione da internet, ed il cui uso è stato accelerato dalla pandemia di Coronavirus.
Dall’altra, oggi, anche le aziende più piccole hanno a disposizione strumenti potentissimi ed estremamente efficienti per raccogliere ed analizzare i dati a disposizione, e sfruttare al meglio la BI, o Business Intelligence.
Infatti, una volta compreso appieno cosa sia la business intelligence, ti accorgerai che basta davvero poco per iniziare a sfruttare i tantissimi dati che hai a disposizione, e che puoi raccogliere con strumenti come Google Analytics o Yandex Metrica.
Per ampliare il giro però, è possibile aprire la scheda Google My Business della propria attività e fare pubblicità alla propria attività utilizzando Google ADS.
Farlo è piuttosto semplice ed economico, ma non è tutto oro quel che luccica e questo tipo di strategia, che porta di certo tanti vantaggi, potrebbe portare con sè anche alcuni svantaggi.
Vediamoli nel dettaglio.

Vantaggi nell’utilizzo di Google Ads per business locali

Il vantaggio maggiore che si ottiene dall’utilizzo di una campagna di promozione utilizzando Google Ads è che si può fare pubblicità e promozione in modo davvero molto economico.
Il secondo vantaggio, invece, consiste nella semplicità del processo. Basta, infatti, creare un account Google ADS inserendo tutti i dati richiesti e successivamente creare una nuova campagna pubblicitaria utilizzando le cosiddette pubblicità intelligenti.
Google, al pari di Facebook, ha spinto molto negli anni per rendere semplice ed alla portata di tutti l’advertising sulle proprie piattaforme, e gli effetti sono sotto gli occhi di tutti.

Il terzo vantaggio di cui parleremo riguardanti l’utilizzo di Google ADS per business locali è che il tutto è molto semplice da gestire. Questo si traduce in un vantaggio economico, poiché si può fare benissimo a meno di affidare a terzi la gestione delle proprie comunicazioni e i vari processi risulteranno anche essere più veloci ed efficaci.

Infine, un importante vantaggio, ma anche una cosa cui prestare molta attenzione, è collegare l’account Google Ads a Google My Business, per sfruttare tutte le potenzialità dell’advertising locale.

Svantaggi nell’utilizzo di Google Ads per business locali

Il primo svantaggio relativo all’utilizzo di una campagna pubblicitaria, anche se piccola, riguarda i costi.
Questi sono sostanzialmente influenzati dalla concorrenza, e da quante persone cerchino una certa chiave su Google Ads. L’asta pubblicitaria generata dalla piattaforma stabilirà poi il prezzo e quanto dovrebbe pagare ogni inserzionista per vincere l’asta.
Potrebbero essere anche molto contenuti, ma si tratta in ogni caso di un investimento volto ad incrementare i guadagni e a far crescere la nostra clientela ed è per questo che bisognerà fare in modo che sia un investimento che renda il più possibile.
Per questo, più che valutare la campagna in termini di clic, è importante valutare e controllare i ritorni economici che può garantire, parlando quindi di:

  • Quante conversioni (acquisti; richieste di preventivo; ecc…) la campagna generi
  • Quanto costi ogni conversione, e se il ritorno sia maggiore rispetto a tutti i costi aziendali necessari per produrre quel bene. Attenzione, perché in questo caso devi valutare sia i costi fissi che i costi variabili.
  • Quanto ogni campagna, gruppo di annunci o annuncio sia capace di portare in termini di conversioni rispetto alle altre campagne (si parla, in gergo tecnico, di tasso di conversione).

Gli svantaggi principali, però, riguardano aspetti più tecnici. Per ottenere dei buoni risultati, infatti, bisogna essere in possesso di parecchi dati. Più semplici sono le campagne intelligenti e meno si potrà controllarle e ciò significa che non sarà possibile attuare una promozione strategica, nè scegliere il proprio target di persone a cui mostrare gli ADS.
Questo significa che bisognerà affidarsi completamente all’algoritmo di Google, che mostrerà gli ADS a sulla base di parametri noti solo a lui, e non comunicati all’inserzionista.

Consigli generali per avviare una campagna su Google Ads

I vantaggi e gli svantaggi di cui si è parlato prima sono il frutto di uno studio per il quale si è fatta un’attenta comparazione tra quella che potrebbe essere una campagna di promozione locale fatta utilizzando i tools di Google ADS attraverso l’implementazione di una scheda business e una campagna pubblicitaria classica.
Ovviamente ci sono tanti altri fattori da tenere presenti quando si intende intraprendere questo tipo di strategia, ma in linea di massima vi sono alcuni consigli che potrebbe risultare particolarmente utili ed efficienti.
Nonostante vi siano una serie di svantaggi derivanti da una campagna pubblicitaria locale con Google ADS, questa risulta essere comunque la migliore strategia per tutte quelle micro attività che devono investire per acquisire nuovi clienti e “farsi il giro”.
Abbiamo detto che è possibile evitare la gestione della campagna, ma in realtà è comunque importante tenere monitorato il proprio investimento e, nel caso di difficoltà, individuare corsi o agenzie disposte ad offrire pacchetti di consulenza sulla gestione, per essere sicuri di sviluppare, o chiedere l’aiuto, di un occhio esperto.