Prodotti e servizi

Come verniciare la plastica

Per sapere come si vernicia la plastica, è necessario tenere conto del fatto che in realtà non esiste un tipo di plastica sola: al contrario, è possibile avere a che fare con molte tipologie differenti, lavorate in modi diversi, e solo alcune di queste possono essere verniciate. A seconda delle caratteristiche della materia plastica, inoltre, possono variare le modalità di applicazione del prodotto.

Come riconoscere la plastica

Gli oggetti in plastica, in molti casi, riportano sulla superficie le informazioni utili per riconoscere la composizione del polimero. A partire da tali indicazioni è possibile individuare il primer che dovrà essere impiegato per la preparazione del fondo necessaria a far sì che la vernice possa aderire in maniera ottimale.

Una precauzione preventiva, tuttavia, è quella che prevede di lavare l’oggetto o la superficie su cui si deve lavorare in modo accurato, con una soluzione di acqua e detergente neutro.

Lo scopo di questo accorgimento è evitare la permanenza sulla plastica di vari tipi di impurità, come per esempio residui o polveri che non consentirebbero al colore di aderire come si deve. Se così accadesse, nel tempo si potrebbe verificare un distacco della vernice.

La preparazione delle superfici

Il passo successivo prevede di applicare uno strato di antisilicone decerante sulla superficie. Dopo che il prodotto si sarà asciugato, si potrà opacizzare la plastica con un po’ di acqua e servendosi di una spugna scotch brite rossa. Con un pennello sarà possibile asportare la polvere che si sarà depositata nel frattempo, e a questo punto potrà essere applicata una nuova mano di antisilicone decerante. Così, arriva il momento di stendere il primer, ovviamente dopo aver atteso che l’antisilicone decerante si sia asciugato del tutto. È importante, ovviamente, che il primer che si sceglie abbia caratteristiche compatibili con quelle del polimero e della sua composizione.

Il primer

Con il primer in sostanza si stende il fondo propedeutico all’applicazione vera e propria del colore: basta seguire fedelmente le indicazioni riportate in etichetta per procedere, tenendo conto che in base alla tipologia di plastica le modalità possono essere differenti. Quasi sempre, comunque, è necessario miscelare il prodotto con dei catalizzatori e dei diluenti specifici che potete acquistare online su Dimarcolor o altri siti di settore. È importante, poi, che il materiale garantisca una certa flessibilità, caratteristica indispensabile per ottenere i risultati desiderati. Se la plastica con cui si ha a che fare risulta eccessivamente rigida, si può sempre ricorrere a un prodotto ad hoc con la quale la si potrà elasticizzare.

Le operazioni di verniciatura

Dopo che il primer si sarà asciugato completamente, sarà possibile carteggiare la superficie e, ancora una volta, con un pennello rimuovere tutti i residui e la polvere. Finalmente arriva il momento in cui la plastica può essere verniciata. A questo scopo ci si può servire di uno spruzzatore o di una normale bomboletta di vernice spray. Va detto, comunque, che con lo spruzzatore i risultati sono migliori, dal momento che si ha la possibilità di stendere il colore in modo uniforme sulla superficie, evitando la presenza di stacchi di pittura o punti vuoti.

Dopo aver steso la vernice

Anche la vernice deve essere lasciata asciugare: il consiglio è quello di far passare una notte intera per non correre il rischio di rovinare il lavoro compiuto fino a questo momento. Ma l’opera non è ancora conclusa, perché adesso è ora di stendere una nuova mano di vernice: operando in questo modo, infatti, sarà possibile usufruire di un maggiore spessore dello strato protettivo.

Anche questa volta il colore deve essere lasciato asciugare per una notte intera; dopodiché il tutto potrà essere rifinito con dello spray trasparente.

Come ottenere una verniciatura perfetta

Gli esperti raccomandano di non verniciare la plastica nelle giornate di vento e in quelle umide: sarebbe preferibile poter operare a una temperatura non inferiore ai 18 gradi e non superiore ai 26 gradi. Qualora si opti per la verniciatura a spruzzo, è possibile trovare sul mercato beccucci di varie misure, grazie a cui si può regolare e dosare la quantità di vernice utilizzata. Alcune vernici spray sono realizzate in maniera specifica per la plastica e non richiedono l’esecuzione delle operazioni di carteggio prima dell’applicazione.