Prodotti e servizi

Come scegliere l’asciugacapelli

L’asciugacapelli è l’accessorio più diffuso soprattutto tra le donne poiché la maggior parte di loro porta i capelli lunghi. Solitamente quando dobbiamo acquistarlo badiamo per prima cosa al prezzo senza badare alle varie caratteristiche.

In questa guida scritta a quattro mani con gli amici del sito vendita elettrodomestici vi mostreremo come funziona un asciugacapelli, quali sono i modelli principali e le varie caratteristiche da tenere in considerazione prima dell’acquisto.

Non molte persone conoscono il reale funzionamento del phon e proprio per questo si rischia di acquistare il modello sbagliato che, anziché giovare alla nostra chioma, potrebbe danneggiarla. L’asciugacapelli è formato sostanzialmente da una ventola posta nel retro e protetta da una sorta di griglia, che aspira l’aria dall’esterno e la manda verso una resistenza elettrica che la riscalda per poi rispedirla nella parte anteriore attraverso il beccuccio. Di norma, i phon possiedono un termostato in grado di regolare l’intensità della ventola e del calore onde evitare spiacevoli scottature.

Per quanto riguarda la forma e le modalità di utilizzo, gli asciugacapelli ad uso domestico si assomigliano molto tra loro, le differenze stanno nel tipo di motore, nella potenza, negli accessori e in altre caratteristiche che vedremo in seguito.

Ma quali sono i principali modelli presenti sul mercato? Vediamone qualcuno.

L’ asciugacapelli professionale, il più utilizzato senza dubbio. È chiamato così per la potenza piuttosto elevata e per il tipo di alimentazione a corrente alternata. L’asciugatura risulta molto rapida e, per questo motivo, è il modello che noi troviamo nei saloni dove è richiesta una certa velocità nell’asciugatura.

L’ asciugacapelli da viaggio è particolarmente piccolo e compatto ed è stato appunto concepito per essere messo in valigia senza creare molto ingombro. Solitamente sono costituiti da un manico pieghevole e presentano tutte le funzionalità di un phon convenzionale. Non possiedono accessori, tuttavia hanno il privilegio di garantire una chioma perfettamente in ordine anche quando si è in viaggio.

L’ asciugacapelli ionizzante è sicuramente la scelta più in voga degli ultimi anni. La sua caratteristica principale è determinata dal tipo di asciugatura durante la quale vengono erogati degli ioni negativi che hanno diverse proprietà, tra cui, la limitazione del fastidioso effetto crespo o ancora, la riduzione dell’elettricità statica che solitamente il capello produce quando si trova a contatto con l’aria. L’asciugatura risulterà sempre disciplinata e il capello sarà più lucido.

L’ asciugacapelli con griglia in ceramica o tormalina rappresenta un’alternativa da non sottovalutare. Il funzionamento è lo stesso del phon tradizionale ma questo tipo riesce a garantire una temperatura uniforme e dei tempi di asciugatura decisamente ridotti e questo, come sappiamo, è un bene per i capelli che guadagnano salute e brillantezza.

Il casco asciugacapelli normalmente è un attrezzo che noi troviamo nei saloni dei parrucchieri e possiede le stesse caratteristiche di un asciugacapelli classico con differenze nella forma e nella propagazione del calore: la testa andrà inserita al suo interno e l’erogazione del calore sarà più omogenea garantendo una certa rapidità di asciugatura.

In fine, un altro aspetto che ci invoglia alla scelta di un determinato asciugacapelli è la presenza di accessori, soprattutto se il tipo di capello è particolare. Il primo accessorio che i phon professionali di norma hanno, è il diffusore d’aria, ideale per chi ha i capelli ricci. Altri asciugacapelli hanno una serie di beccucci e spazzole, alcune anche roteanti, in grado di garantire una piega ottimale come se si andasse dal parrucchiere.