Web

Come realizzare un sito WordPress passo dopo passo

Cerchiamo di capire come realizzare un sito WordPress, dato che sono sempre di più le persone che vorrebbero optare per una soluzione di questo tipo.

WordPress riscuote, ormai da anni, un successo sempre crescente e questo avviene per dei validissimi motivi. Innanzitutto, si tratta di un CMS facilmente utilizzabile. WordPress è stato creato per cercare di venire incontro alle esigenze di tutti, anche di chi non è un programmatore professionista. Molto user friendly e semplice da configurare, questo CMS è ad oggi il più utilizzato non solo in Italia, ma in tutto il mondo.

Progettare un sito WordPress: tutto quello che si deve sapere

Iniziamo con il dire che, in questo caso specifico, non si avrà nulla a che fare con linguaggio HTML, codici e così via a meno che non lo si desideri. Chi è alle prime armi, quindi, può tirare un sospiro di sollievo.

Dopo aver avuto l’idea di aprire un sito WordPress sarà necessario andare a scoprire tutto quello che si deve fare passo dopo passo per raggiungere il tanto sperato obiettivo che ci si pone: quello di fare breccia nel cuore degli utenti e dei possibili clienti.

Il primo passo è quello di pensare all’hosting. Probabilmente chi è alle prime armi si chiederà di cosa si tratta e perché sia importante al punto tale da anteporre questa scelta a tutto il resto. Vediamo nel dettaglio.

Possiamo dire che l’hosting è quello spazio che ospita il nostro sito online. Impossibile pensare di non averne uno. Se dovessimo paragonarlo a qualcosa, questo sarà il palazzo che ospita il nostro ufficio: sceglierlo con attenzione è il primo e più importante consiglio che possiamo dare. Chi si appresta a realizzare un sito con poco budget potrebbe, ad esempio, scegliere questo hosting WordPress economico ma anche efficace allo stesso tempo.

Il vantaggio di una scelta di questo tipo? Avere la possibilità di vedersi facilitato il lavoro, così da riuscire a ottenere dei risultati molto buoni anche in assenza di budget consistenti e di conoscenze specialistiche nel settore della progettazione. WordPress, da questo punto di vista, è una vera e propria garanzia.

Dopo aver individuato l’hosting migliore per le proprie esigenze si può passare alla costruzione del sito web vera e propria.

Tutti gli step successivi

Andando avanti si deve iniziare con la personalizzazione del sito. Questo significa che si deve cercare il tema migliore per il proprio sito WordPress. Esistono diverse soluzioni gratuite che sono facilmente personalizzabili, seppur con dei limiti. In questo caso il lavoro da fare è pochissimo ed è molto semplice.

Se, tuttavia, si ambisce a qualcosa di più è utile sapere che ci sono diversi portali che vendono temi WordPress anche a prezzi decisamente competitivi. Un’ottima soluzione per chi cerca un aspetto più professionale e ricercato ma senza spendere delle cifre folli.

Personalizzare un tema WordPress non è complesso, ma quello che consigliamo è di avere le idee chiare così da non creare qualcosa che non sia in linea con le proprie esigenze. Farsi un’idea di quello che si desidera prima di partire con la progettazione del sito è la soluzione migliore.

Dopo averlo fatto, sarà poi necessario individuare i plugin da inserire nel proprio sito. Uno dei vantaggi di WordPress è proprio questo: permette a tutti di aggiungere molteplici funzionalità al sito, senza il bisogno di dover aggiungere neppure una riga di codice.

Qui, però, si deve dare un consiglio molto importante. La scelta dei plugin deve essere sempre attenta e mirata. Non consigliamo mai di selezionare dei plugin inutili perché andrebbero ad appesantire il sito. Ricordiamo sempre che un portale web deve essere leggero e facilmente navigabile. Occhio, quindi, alle scelte che si fanno da questo punto di vista.

Rimanendo in tema, poi, esiste un’altra tip da tenere sempre a mente: anche le immagini caricate sul sito WordPress dovranno essere leggere e ottimizzate in tal senso, così da non risultare pesanti durante il caricamento.

I plugin permettono di aggiungere molteplici funzionalità. Qualche esempio? I form di contatto o quelli per l’iscrizione alla newsletter, i bottoni di condivisione sui social network e molto altro ancora.

Ecco, quindi, che dopo aver selezionato la veste grafica, i plugin si deve passare alla creazione della struttura del sito. Si parte dal menù, dalle pagine, così da iniziare a dare forma al proprio sito. Anche in questo caso WordPress rende tutto più veloce e semplice.