Prodotti e servizi

Rilegare una pubblicazione: ecco come potete fare 

Quando si termina un duro lavoro come una pubblicazione, che spesso ha richiesto molte settimane o mesi di impegno, di studio e di lavoro, bisogna anche dargli una degna forma, seria e professionale, che protegga il testo e che consenta alle persone di sfogliarlo e consultarlo senza rovinarlo. Si tratta della fase della rilegatura che è una delle più importanti quando si crea una pubblicazione. La rilegatura è necessaria per una pubblicazione di qualsiasi tipo: sia esso un testo, un pamphlet, una tesi, libro o un altro lavoro, e per questo deve essere curata nel dettaglio e con attenzione per dare risalto e dignità ad un lavoro complesso.

Bisogna tenere presente che non esiste un solo modo per procedere ad una pubblicazione, ma tanti modi diversi, che hanno anche risultati differenti e che chiedono un diverso budget a seconda della loro complessità e dei materiali che vengono usati.

Si possono scegliere tanti tipi di rilegatura per una pubblicazione, alcune sono economiche e rapide e possono andare bene per una versione casalinga, per bozze e appunti, altre sono più elaborate e professionali e sono indicate ad esempio per riviste, per tesi e per libri.

Capire quindi quale è la rilegatura perfetta per la vostra pubblicazione è il primo passo da fare: vediamo quali sono le tipologie più diffuse in modo da orientarsi nella scelta.

I tipi di rilegatura: quali sono?

Non c’è un unico tipo di rilegatura, ma diverse opzioni che possono andare bene, ad esempio, per chi deve rilegare una tesi, oppure una pubblicazione breve, appunti, un libro, o un calendario. I costi e i tempi quindi sono diversi di volta in volta. Vediamo le più comuni tipologie di rilegatura che sono presenti.

  1. La rilegatura economica e veloce. La prima rilegatura che vediamo è quella più rapida ed economica che è indicata soprattutto per gli appunti. La rilegatura a punto metallico in questo caso fa al caso vostro: è una delle più richieste e consiste nella sovrapposizione dei fogli con la copertura e nella chiusura con delle graffette. Economica, molto semplice e veloce, è ideale soprattutto per gli appunti e per chi ha molta fretta: tuttavia si rende indicata per poche pagine (massimo una quarantina) ma è adatta anche per fogli dalle grammature pesanti. Ad esempio, possiamo consigliarla per un libretto di istruzioni, appunti, riviste e brochure. Per farvi un’idea date uno sguardo l sito di questa azienda che si occupa di stampa riviste punto metallico.
  2. La rilegatura a spirale metallica. Un’altra soluzione abbastanza rapida e pratica, che si vede dall’esterno, è la rilegatura a spirale metallica. Un metodo veloce, semplice, che prevede la sovrapposizione dei fogli per poi procedere alla loro chiusura con una spirale cilindrica di metallo che consente l’apertura a 360 gradi. Ideale per calendari e piccoli appunti.
  3. La brossura fresata e grecata. Una rilegatura certamente perfetta per un libro, soprattutto per pubblicazioni con tante pagine. Appare elegante e composta, quindi è perfetta per dare un tocco di professionalità ad una pubblicazione abbastanza consistente. Le diverse possibilità di personalizzazione la rendono abbastanza diffusa ed è anche abbastanza veloce, può essere pronta in circa 24 ore. Economica, è perfetta per libri che hanno dalle 52 alle 600 pagine circa.
  4. Cucito a filorefe. Si tratta di una rilegatura più elaborata e che soprattutto permette una maggiore durata e resistenza nel tempo. In questo caso le segnature del libro, prima di essere incollate al dorsetto, son cucite con un filo di canapa, cotone o lino, e questo consente una maggiore resistenza all’uso ed al tempo da parte del libro.