Salute

Naso screpolato e arrossato, come rimediare bene e in fretta

Un grande problema che nasce spesso nella stagione invernale è avere il naso screpolato. Il naso arrossato, tendente alla screpolatura diventa evidente con la giunta del tempo freddo, anche perché spesso siamo vittimi di raffreddori che ci rendono il naso rosso come “Rudolf” la renna di babbo natale. Si tratta di un inestetismo che, oltre ad essere brutto da vedere, ci porta ad avere anche un forte bruciore, dolore e gonfiori vari.

Come possiamo porre rimedio al naso screpolato? Le creme sono un vero “balsamo” che ci aiuta immediatamente a idratare la cute. Non basta utilizzare una semplice crema idratante, perché se si ha una pelle molto grassa attorno al naso, si sviluppa il problema di avere dei brufoli. Meglio usare delle creme che sono idranti, ma anche sebo regolatrici come ad esempio le creme a base di bava di lumaca ( Scopriamo perché la crema alla bava di lumaca è un valido rimedio al naso screpolato). Per aiutare l’applicazione e non essere eccessivamente aggressivi, andando anche a creare una desquamazione che è dolorosa, meglio applicare la crema con un cottonfioc oppure con un batuffolo di ovatta, tamponando più che sfregando.

Per rimediare bene e in fretta ad un naso screpolato, riducendo eventuali rossori, irritazioni e anche gonfiori, possiamo creare un impacco fai da te. Praticamente occorre un cucchiaino di burro di karité, un cucchiaino di miele e poi uno di olio di oliva. Si mescola il tutto, per avere una crema omogenea, è si pone sul naso per almeno 25 minuti al giorno. In seguito si deve risciacquare con acqua a temperatura ambiente.

Se poi si vuole evitare la screpolatura seguente, usando sempre questo impacco, si offre uno “scudo”, nel senso che la pelle, sempre molto idratata, diventa anche più robusta contro gli attacchi degli agenti atmosferici. La pelle, continuamente rigenerata, diventa elastica e riesce a sostenere eventuali sfregamenti di fazzoletti o quant’altro.

Infine, una crema ricca di vitamina C, permette di avere un aiuto per eliminare anche eventuali segni dati proprio da un naso sempre screpolato. Offre anche una pelle riccamente nutrita che è molto idratata.

Naso rosso e screpolato; le cause dell’arrossamento di questa zona critica

Quali sono i motivi per cui il naso diventa rosso è screpolato? In elenco possiamo dire che le cause principali sono:

  • Raffreddore e fazzoletti troppo duri o rigidi
  • Piangere e sfregare il naso con le mani
  • Freddo intenso
  • Vento gelido e nessuna precauzione protettiva
  • Condensa tra aria fredda e aria calda, data anche dal nostro respiro
  • Allergie
  • Smog e scarsa pulizia del viso
  • Dermatite seborroica

Il naso, essendo la zona del viso sempre esposta, è anche quella più difficile da proteggere. Se si soffre di allergie, si ha il raffreddore o siamo di “facile lacrima”, diventa anche la parte sempre più rovinata e danneggiata. Questo vuol dire che aumentano i problemi di un volto che non è esattamente al top della bellezza.

Per prevenire i problemi di un naso rosso e screpolato, si possono usare dei fazzoletti molto morbidi, che siano anche privi di eventuali prodotti interni per sono mirati a garantire una buona cura del naso ed invece, proprio perché sono sostanze chimiche, vanno ad aumentare il rossore.

Un gesto utile è quello di usare delle creme. Nelle prime applicazioni, quando il naso è particolarmente irritato, si proverà anche un certo dolore, ma in seguito si ha un aiuto ottimale e non si prova più questo fastidio.

Per quanto riguarda il freddo sarà necessaria una cura maggiore. In inverno, con il freddo intenso, il clima esterno è sempre causa di arrossamenti sul viso e anche sul naso. Cercare di coprirsi con sciarpe e cappello non è sufficiente, ma non si può nemmeno girare con il passa montagna per proteggere tutto il volto, allora come fare? Usando delle creme che sono altamente protettive ricche di vitamina C, vitamina B, collagene e anche acido ialuronica, si offre una protezione totale.

Infatti, quando si ha una pelle ben nutrita, ecco che eventuali elementi esterni, come proprio il clima, ha più ostacoli per eventuali problemi di screpolatura.

Lo smog e la scarsa pulizia del viso sono un danno che tutti subiamo, ma dove non sempre si ha la consapevolezza dei danni che essi provocano. I nostri nonni e i nostri genitori, appena alzati dal letto, la prima cosa che ci dicevano era proprio quella di lavarsi il viso. Un gesto quotidiano che deve essere ripetuto almeno 5 volte al giorno in inverno e non solo appena alzati.

Una volta che ci si pulisce il viso con acqua a temperatura ambiente, si offre una immediata idratazione alla pelle, si elimina lo smog e le sporcizie varie che sono sempre quelle che disidratano la pelle e quindi la portano anche a screpolarsi. Inoltre, l’acqua permette di avere una eliminazione più veloce della pelle morte e quindi si ha la possibilità di una rigenerazione immediata.

Dermatite seborroica al naso, un inestetismo da curare

La dermatite seborroica è una “patologia” che è mirata in alcune parti del corpo. Abbiamo deciso di lasciarlo come ultima causa di un naso screpolato perché ci si deve dedicare una certa attenzione.

Si tratta di un disturbo che viene avvertita maggiormente nei neonati, nei bambini e anche in molti soggetti adulti. Essa potrebbe essere anche caratterizzata da una spora che è particolarmente “avvertita” da soggetti maggiormente allergici. Il sintomo più evidente è proprio quella di una desquamazione di alcune parti del corpo che poi conducono a screpolare la pelle.

La parte interessata dalla dermatite seborroica diventa rossa, gonfia, con perdita di pelle e anche con delle macchie di pelle che si stanno per staccare. Un gravissimo inestetismo che potrebbe essere poi cronica e che diventa difficile da “eliminare” totalmente. Occorre che ci sia una cura a base di creme idratanti e anche di maschere o impacchi ricchi di vitamine da eseguire almeno una volta ogni 15 giorni.

Per fortuna non è una malattia contagiosa, ma ciò non di meno deve essere curata e ci si deve prestare la massima attenzione perché può creare dei segni o delle lacerazioni al naso che poi diventano piccole cicatrici evidenti. Una buona crema è quella alla bava di lumaca.

In ultimo, la dermatite seborroica può essere causata da una scarsa igiene personale. Nel momento in cui si è soggetti che hanno una grande produzione di sebo incontrollato e non si effettua una buona pulizia con acqua e detergenti utili, ecco che si evidenzia proprio tale patologia.

La pelle non provvede ad una giusta esfoliazione e quindi si rischia di avere un danno cronico con segni evidenti con una mancanza di rigenerazione del processo naturale. Quando le donne eseguono maschere di bellezza oppure una buona pulizia della pelle prevengono questo tipo di problema.

Un consiglio spassionato è quello di avere proprio questa cura della propria bellezza perché si prevengono tanti problemi alla pelle. Non si tratta di vanità, ma di avere attenzione a sé stessi e alla propria persona.