Trasporti

Monopattino Elettrico: come scegliere il migliore

monopattino elettrrico

Il Monopattino elettrico, scopriamo come scegliere il migliore fornendovi consigli, idee, analisi delle caratteristiche strutturali, tecniche, estetiche e delle performance dei modelli più venduti on line.

Il monopattino elettrico, noto anche come scooter elettrico, è un mezzo di trasporto personale di grande tendenza. Appassiona tanto gli adulti che i bambini, anzi, tra i mezzi elettrici è forse quello più adatto alla guida anche dei più giovani. Questo perché a differenza degli altri skate elettrici, ovvero: hoveboard, monociclo elettrico e segway, oltre ad avere comode pedane per l’appoggio dei piedi, è dotato anche di manubrio che facilita l’equilibrio e di comandi a mano per accelerare, decelerare, frenare (con un apposito freno a manopola). Altre caratteristiche strutturali molto importanti dei monopattini elettrici sono: la dotazione di un cavalletto, per mantenere il mezzo in equilibrio anche quando non viene utilizzato; l’appoggio su pneumatici di un certo spessore, per attutire i colpi sulle strade più disastrate.

Questi skateboard elettrici stanno riscuotendo anche nel nostro Paese un grande successo per le loro prestazioni formidabili. Prestazioni che per lo più dipendono dalla potenza dei motori. La potenza del motore è, ad oggi, il parametro principale che permette di distinguere tra: monopattini elettrici per adulti e monopattini elettrici per bambini.

Ecco come scegliere il miglior monopattino elettrico. A seguire consigli, idee, analisi delle caratteristiche strutturali, tecniche, estetiche e delle performance dei modelli più venduti on line (sia quelli adatti agli adulti, sia quelli rivolti ai minori).

I monopattini a motore da 100 W, sono quelli in assoluto più venduti, adatti ai più giovani (dai 13 anni in su), perché raggiungono una velocità massima di 15-20 Km/h ed hanno un’autonomia di qualche ora. Ovviamente per porsi alla guida di un mezzo elettrico con queste caratteristiche sono d’obbligo precauzioni dettate dalla legge della strada e dal buon senso: casco, ginocchiere, protezioni per i gomiti…

I monopattini a motore da 1000 W, 1600 W, 1900 W e 2000 W, sono per un pubblico adulto, che ne fa utilizzo non solo nel tempo libero, per divertimento, ma per reali necessità. Si tratta, ad esempio, di esigenze di spostamenti quotidiani per lavoro e, dunque, della necessità di coprire certe distanze in certi tempi. I modelli più potenti garantiscono una velocità dai 40 km/h in su e coprono distanze medie che non vanno al di sotto dei 20-25 km, con un’autonomia di ricarica di almeno 8 ore (sino ad arrivare anche a 40 ore con una solo ricarica, per i modelli più innovativi e costosi).

Queste prestazioni bastano da sole a spiegare il motivo del successo dei monopattini elettrici. La rete mette a disposizione modelli per ogni esigenza. I prezzi di questi skateboard elettrci partono da: 100 euro (o poco più) per i modelli per bambini; circa 500 euro per i modelli con motori ad alta potenza.

Questo discorso non vale per i monopattini elettrici usati. La rete, infatti, offre tantissime occasioni per accaparrarsi scooter elettrici usati a prezzi economici, nettamente al di sotto alle tariffe medie del settore. Si tratta di veri affari realizzabili solo on line.

I prezzi vantaggiosi degli skate elettrici, ovviamente, invogliano all’acquisto e dunque alla sperimentazione di un nuovo stile di vita. Portare questi mezzi nella propria quotidianità, sostituendoli ai mezzi di trasporto tradizionali, che funzionano a benzina o con altri solventi chimici, significa, infatti, sposare una certa filosofia di vita. I monopattini elettrici sono mezzi ecologici, che non inquinano, sono molto silenziosi, occupano poco spazio e dunque non creano problemi di parcheggio. Sono soprattutto mezzi economici: una volta effettuato l’acquisto iniziale, non richiedono continue spese per i rifornimenti necessari per gli spostamenti.

Evidentemente siamo di fronte ai mezzi di trasporto personale del futuro. Mezzi che non cambiano solo il modo di spostarsi da una parte all’altra della propria città. Ma cambiano la vita.