Prodotti e servizi

Curiosità e aneddoti interessanti sul Cbd

La spinta alla legalizzazione della canapa light ha condotto alla (ri)scoperta di una sostanza che l’uomo anche in tempi antichi ha sempre conosciuto e sfruttato per le sue virtù terapeutiche: la cannabis. E’ proprio da questa pianta che si ricava una sostanza divenuta sempre più popolare e dalla diffusione ormai capillare in tutto il mondo: il Cbd, ovvero il cannabidiolo che è un metabolita della cannabis sativa in grado di scaturire effetti benefici e non psicoattivi.

Ricerche scientifiche e metodi assuntivi: l’interesse cresce

Il Cbd si ottiene dalla varietà di cannabis sativa, poiché è proprio qui che si trova una maggior concentrazione di Cbd rispetto al Thc (il tetraidrocannabinolo) che però scatena effetti stupefacenti ovvero lo ‘sballo’. Inoltre, negli ultimi anni sono stati avviati e proseguono con ritmo incalzante molti studi e ricerche scientifiche con l’obiettivo dichiarato di andare ancor più alla scoperta delle proprietà del Cbd.

Il Cbd può essere assunto sotto forma di:

  • olio di Cbd (il metodo più diffuso),
  • cristalli di Cbd,
  • liquidi per e-cig.

Senza dimenticare che in commercio – oltre all’olio di Cbd – si trovano anche altri prodotti sui generis come olio di cannabis e olio di canapa ma anche tinture al Cbd ciascuno con un certo target di riferimento, normative dedicate e scopi assuntivi ben precisi.

La domanda di olio di Cbd e prodotti legati alla canapa (compresi gli integratori alimentari) è in continuo aumento, ecco perché sarà interessante andare alla scoperta di aneddoti e proprietà benefiche di questa particolare sostanza naturale troppo spesso demonizzata.

Favorisce il benessere psicofisico e scaccia l’insonnia

Tra gli effetti benefici del Cbd bisogna innanzitutto annoverare la capacità di alleviare gli stati di stress favorendo il relax e il sonno buono. I risvegli intermittenti e l’insonnia, insomma, diventeranno presto un ricordo a patto di riuscire a mantenere una routine assuntiva corretta di Cbd. Contro l’ansia questa sostanza è altrettanto utile, poiché agisce sui livelli di serotonina detto anche ‘ormone del buonumore’.

Se per qualcuno l’ansia fa da agente stimolante, ovvero come naturale risposta dell’organismo a situazioni che richiedono azione e prese di posizione nette, sono infatti in molti a restare schiacciati dal peso sempre più incombente di impegni familiari, scadenze e incombenze di lavoro. Il Cbd agisce anche da antinfiammatorio naturale ed è perfetto per contrastare anche gli stati d’asma, riducendo le difficoltà respiratorie e alleviando le situazioni allergiche.

L’effetto antiossidante che fa bene alla pelle e salva la memoria

Proteggere la pelle, affinché sia sempre morbida e luminosa, è importante a qualsiasi età. Se prima erano in pratica solo le vitamine C ed E ad essere considerate le sostanze antiossidanti più efficaci e potenti alle quali ricorrere, adesso la ricerca porta alla ribalta le proprietà antiossidanti del Cbd. Sarebbe infatti proprio quest’ultimo la fonte principale, conosciuta e più ricca in assoluto di antiossidanti. Questi sono in grado di combattere determinate molecole dette radicali liberi, potenzialmente dannose per l’organismo.

Inoltre, grazie alle medesime proprietà antiossidanti, il Cbd è anche capace di difendere l’organismo da malattie legate all’avanzare dell’età come l’artrite e il morbo di Alzheimer (rallentando la degenerazione della memoria, agendo sui neuroni dell’ippocampo). Tali patologie possono infatti risultare aggravate in presenza di uno stress ossidativo legato alla presenza nell’organismo di sostanze tossiche.

Chiaramente sarà utile sottolineare come la cannabis da sola non sia in grado di rappresentare una cura per qualsiasi disturbo di salute. Deve e può essere però considerata come parte essenziale del corretto approccio per la guarigione, con l’obiettivo di integrare al meglio i necessari cambiamenti nello stile di vita e nella routine alimentare affinché i benefici siano assicurati sia al corpo che allo spirito e alla mente.