Lifestyle

Come trovare casa in affitto quando si studia fuori sede

Ne sono già state dette di cotte e di crude sullo studiare fuori sede: un’opportunità unica nella vita, che fa diventare grandi più in fretta, e che allo stesso tempo mette i ragazzi di fronte a scelte difficili, come abbandonare (presumibilmente una volta per tutte) la casa dei genitori, le comodità e gli amici, con l’idea di trasferirsi a vivere in una città pressochè sconosciuta, dove fare nuove conoscenze e intraprendere, si spera, una carriera professionale di successo.

La scelta della città dove studiare può essere ben ponderata, sulla base di prestigio dell’università, opportunità di lavoro presenti, vita notturna, svaghi e attività culturali, oppure può arrivare come un colpo di fulmine: ad esempio avete visitato Firenze in modo alternativo e ve ne siete innamorati fin da subito, e appena tornati a casa vi trovate già su internet a cercare stanze in affitto a Firenze per i vostri giorni da studente universitario.

Ma il problema più grosso dello studiare fuori sede riguarda la scelta della casa in affitto. Piccola o grande, stanza singola o doppia, vicino all’università, ai mezzi pubblici, alla vita notturna, oppure immersa in un quartiere verde e tranquillo, dove fare un giro in bici o una corsetta dopo una faticosa giornata di studi. Queste e molte altre sono le domande di un futuro studente universitario. Ecco quindi una serie di consigli su come trovare casa in affitto quando si studia fuori sede.

Le bacheche universitarie

Il primo “luogo” dove cercare una stanza in affitto sono le bacheche universitarie. All’interno di ciascuna facoltà, spesso subito all’ingresso, sono infatti presenti delle bacheche di annunci, dove chi vuole appende un foglietto con scritto ciò che cerca o ciò che offre. Un vero e proprio scambio di servizi, c’è chi vende vestiti e chi si offre come tutor, chi cerca aiuto per un esame difficile e chi offre biglietti del treno a metà prezzo che andranno altrimenti inutilizzati.

Ma tra questa miriade di fogli appesi al muro, troverete sicuramente qualcuno che offre una casa in affitto, spesso semplicemente una stanza, singola o doppia, altre volte tutto l’appartamento. Sono annunci di studenti universitari per studenti universitari, pertanto molto informali ma decisamente utili. Prendete tutti i riferimenti telefonici e gli indirizzi, e cercateli con calma davanti a un computer una volta tornati a casa, per avere la certezza che la casa, la sua posizione e le sue dimensioni facciano davvero al caso vostro.

I gruppi Facebook

Facebook è un social network che, nonostante le sue incredibili dimensioni e il bacino di utenza sterminato (2 miliardi e mezzo di utenti, significa praticamente che un abitante della Terra su 3 è iscritto), non è troppo apprezzato dai giovani di 18-20 anni, poichè “contaminato” spesso dai genitori, dai parenti più anziani, o dai professori.

Ma per una volta provate a concedergli una possibilità, e scavando neanche troppo in profondità riuscirete a trovare numerosi gruppi studenteschi, in cui i ragazzi si scambiano pareri a 360° sulla vita universitaria di una città o di un’altra. E in tutto questo caos organizzato di informazioni, troverete senz’altro qualcuno che affitta una casa o una stanza; se non lo trovate, aprite voi una discussione, non si sa mai che riusciate a trovare uno spunto interessante!

I siti di settore

Infine, spendiamo due righe anche sui siti di settore. Da quelli specializzati in annunci universitari passando per quelli più classici di affitto immobiliare, il web è pieno di annunci, il più delle volte affidabili, messi online sia da privati che da agenzie immobiliari. Dedicate un paio di giorni alla ricerca della casa sfruttando questo importante canale, e sicuramente non ve ne pentirete.