Prodotti e servizi

Come puoi evitare le vibrazioni del ventilatore industriale?

14

Il ventilatore industriale all’improvviso ha iniziato a vibrare, provocando rumori strani e strisciamenti? Prima di farti prendere dal panico leggi questo articolo e vedrai che ti sarà molto utile. Hai già provveduto a cambiare i cuscinetti e lubrificato gli elementi.

L’aumento delle vibrazioni, l’incremento della loro velocità, porta inevitabilmente alla rottura della macchina. Quindi, quali sono le cause di queste continue vibrazioni e cosa si puoi fare per prevenirle ed evitarle?

Non soffermarti solo sugli effetti, ma cerca di capire qual è la reale causa delle vibrazioni. In maniera errata, spesso, si tende a pensare che le vibrazioni siano il problema da eliminare, ma in realtà rappresentano solo un campanello di allerta per un problema.

Dunque, non puoi preoccuparti solo di diminuire le vibrazioni, perché ciò a lungo termine potrebbe causare rotture e danni talvolta irreparabili. È necessario risolvere definitivamente una situazione di questo tipo.

Quali sono le quattro cause che possono scatenare la vibrazione? Solo con l’esperienza sul campo è possibile risalire a queste principali motivazioni:

  • fissaggio a terra non corretto;
  • squilibrio del girante;
  • errato allineamento della trasmissione (giunto meccanico o cinghie);
  • usura dei cuscinetti.

Non sono solo queste cause possibili, ma sono quelle che possono provocare un arresto improvviso dell’impianto e l’elenco suddetto è in ordine di priorità. La prima causa, ovvero il fissaggio a terra non corretto, ai tiranti, i quali si stringono con i dadi, che se si svitano possono portare all’aumento delle vibrazioni.

È fondamentale, dunque, equilibrare un ventilatore in maniera corretta e solo un tecnico con molte esperienze alle spalle può trovare il giusto compromesso e talvolta davvero basta stringere un bullone. Per questo, la prima cosa da fare in caso di vibrazioni è controllare subito i bulloni.

Le stesse vibrazioni con il tempo tendono ad allentare le viti, perciò usare del frena-filetti può essere un metodo preventivo per evitare che il bullone possa svitarsi e durante le attività di manutenzione, di tanto in tanto controlla che le viti siano ben strette.

Di base tutte le macchine rotanti vibrano, quindi sono maggiormente soggette a squilibri e questo vale anche per le macchine appena uscite dalla fabbrica. La ISO 10816 è una normativa internazionale, che definisce i limiti di tollerabilità delle vibrazioni, ai quali il produttore deve attenersi.

Non bisogna trascurare un altro importante dato, ovvero che l’aria trasportata da un ventilatore è solitamente non filtrata, quindi, con il tempo la polvere si deposita sul girante e sulle ventole. Ciò però avviene in maniera non uniforme, presentando delle zone con deposito maggiore, che incrementano le vibrazioni.

In queste situazioni, per eliminare le vibrazioni, ti basterà pulire tutte le parti, con dell’aria compressa, oppure con dell’acqua in pressione, successivamente controlla sempre l’equilibratura. Questa attività può essere svolta in base all’esigenza di pulizia e di accumulo di polvere, che può variare nel tempo, per svariati motivi.

Un buon modo per prevenire l’accumulo di polveri, che possono provocare uno squilibrio, può essere quello di installare un filtro prima del ventilatore stesso. Inutile dire che un giunto montato male e accumulo eccessivo di polvere possono provocare forti vibrazioni, che a lungo andare possono provocare la distruzione di alcuni componenti della macchina. Per questo motivo attenzione a non smontare una macchina non accurata e assicurati di avere sempre il supporto di un esperto.

La prima cosa da fare in caso di forti vibrazioni ti consiglio subito di spegnere il motore per non causare danni irreparabili alla macchina e subito richiedi l’assistenza per i ventilatori industriali (vedi i suggerimenti di Ventilazione Sicura), in modo da poter risolvere in maniera sicura la problematica. L’allineamento degli elementi è vitale perché il funzionamento avvenga in maniera corretta.